Nomadic dreamer e Digital Urbanity: reportage Mipel TheBagShow

mipelslider

Nomadic Dreamer e Digital Urbanity sono due tra i mondi proposti da Mipel The Bag Show (insieme a Small Leather Goods e Travel Luggages) che riescono a definire in due parole le tendenze raccolte a questa 111° edizione.

Con più di 300 marchi esposti, Mipel si conferma, nonostante gli anni di crisi, la vetrina internazionale per il mondo degli accessori che verranno. E ora che molti “global fashion brands” hanno chiuso le proprie attività di licensing per sviluppare verticalmente il business, le “branding vibrations” si spostano verso collaborazioni e limited edition con brand lifestyle o curatori. Come Bric’s con Moleskine, di cui abbiamo già dato conto nelle passate edizioni, o Campomaggi con South Garage, o Gabs con Fiat 500.

Il modello di licensing rimane vitale per le categorie specializzate (gli ombrelli ad esempio), o per i brand che non si sono ancora strutturati a valle con attività retail dirette. E’ il caso di Blauer, che presenta la prima collezione di borse e travel in licenza a Principe.

Nella galleria qui sotto vedete tutto ciò che c’è da sapere.