Caffè? Si grazie, ma Luxury!

Il business dei branded cafè non è più solo un trend, è diventato un must per tutti i brand del lusso.
Vi abbiamo più volte portato esempi virtuosi di brand che hanno elevato la brand experience a vero brand lifestyle tramite la realizzazione di spazi fisici che tentano di racchiudere e tradurre l’essenza e l’impatto emotivo che il brand ha sui consumatori.

Realtà continuative che permettono ai consumatori di ripetere l’esperienza, diventando parte di una ritualità, o pop-up, realtà temporanee, itineranti o once-in-a-lifetime, che rendono l’esperienza ancor più esclusiva. Comunque siano concepiti, l’importante è che rispecchino l’essenza del brand.

Nel 2017 Tiffany & CO. apriva il suo primo The Blue Box Café al quarto piano del suo iconico flagship store di New York in Fifth Avenue, trasformando in realtà il sogno di Holly (alias Audrey Hepburn): una “colazione da Tiffany”.
Oggi il colosso della gioielleria, che lo scorso ottobre ha aperto un Tiffany Blue Box Cafe ad Hong Kong, ha deciso di espandere il business anche in Europa con l’apertura di un Tiffany Blue Box café a Londra, il primo nel suo genere, in una location d’eccezione, Harrods.

Più volte vi abbiamo parlato di come questo tipo di concept sia un’attività fiorente in Asia, in testa Hong Kong e Giappone, ma per il mercato Europeo questo è ancora un territorio poco esplorato.
E proprio l’Asia, nello specifico Osaka – Giappone, il prossimo mese sarà teatro dell’apertura del primo café and restaurant firmato Louis Vuitton.
Il brand francese sinonimo di lusso per eccellenza, ha infatti deciso di aprire un spazio dedicato al relax e alla ristorazione accanto al nuovo flagship store di Osaka, aumentando la presenza del gruppo LVMH Moët Hennessy nel business dell’hospitality.

About Ambra Farioli

Researcher and innovator, founder of Brand Licensing Studio, a creative consultancy agency specialized in licensing, branding, art, heritage brands, and content marketing...