Il senso di Gwen Stefani per il branding

gwen-stefani

La cantante dei No Doubt è irresistibilmente attratta dalle attività di branding.

E’ da anni proprietaria di L.A.M.B., marchio di abbigliamento al quale ha affiancato Harajuku Lovers, eponimo del suo primo tour da solista, che dovrebbe presto diventare serie televisiva con 52 episodi, e che esprime già una fragranza venduta in tutto il mondo, con una seconda prevista per il 2014.

Dal 7 gennaio ha aggiunto un altro marchio al suo portafoglio, questa volta in partnership con Michael Glasser, il creatore di brand denim di lusso come 7 For All Mankind e Citizens of Humanity. Insieme hanno presentato la nuova linea DWP, acronimo di Design With Purpose: una linea al momento costituita da soli 18 pezzi, informale e dal taglio destrutturato, secondo il volere di Glasser, che non voleva ripetere proposte di denim già viste. Il fascino e la istintività del gusto di Gwen Stefani hanno quindi contribuito a rendere innovativa questa collezione dai colori forti e basata su tessuti simili alla pelle, che Glasser conta di portare a fatturare dai 5 agli 8 milioni di dollari nel primo anno.