M Collective: il nuovo store mette al centro gli stati d’animo

mstoreIl collettivo di artisti, designer e stylists che compongono il nuovo concept store M Collective ha immaginato un ambiente dove l’offerta potesse rappresentare non solo la propria creatività, ma anche interagire con gli stati d’animo del cliente.

Lo store di Viale Regina Giovanna 1 appena inaugurato, è infatti diviso in tre aree: MINUS, MUCH e MORE, ambienti dove ogni oggetto si inserisce per il mood che rappresenta e interpreta, sia questo un oggetto di moda, design, technology o food. Minus è il minimal, bianco e nero, less, equilibrio; Much sofisticato, basic chic, elegante; More esagerato, pop, entusiasta, stravagante.

All’interno delle aree, camerini inclusi, sono presenti diversi schermi touch ad alta tecnologia che permettono, avvicinando il cartellino del prodotto al monitor, di comunicare ed interagire con il Collettivo. Lo schermo restituisce descrizione del brand, taglie e colori disponibili in store e il suggerimento di abbinamenti da parte di fashion stylists e bloggers che compongono lo staff di M Collective.
L’autentica storia di ogni brand, la nascita e lo sviluppo di un oggetto restituiscono così al cliente il concetto di valore reale, che non si riduce al ‘quanto costa’ bensì si definisce in base a ‘quanto vale’. Infatti M Collective, secondo i suoi ideatori Cristina Mila, Anna Casiraghi and Antonino Rindone, non è un negozio luxury, non è un low-cost ma un real value store.

Spazio quindi per la personalizzazione, le limited edition e i co-branding, come la linea “Imperial for M” attualmente disponibile, ed altre a venire. Le collezioni, che spaziano da abbigliamento, accessori, fiori, prufumi, gift, che variano frequentemente, selezionati con una logica di prezzo che non supererà mai la soglia dei 1.000 euro. Le shopper sono ovviamente divise area per area, e sono tutte studiate in esclusiva da artisti che interpratano il mood dell’area / stato d’animo.

Lo store di Milano, ricavato da una banca con tanto di caveau, è il primo di piano di sviluppo mondiale che prevede 15 store entro il 2020, con Londra tra le prime location nel mirino.

Fancy Gallery Error:
No gallery with the ID 92 was found or you have not created albums for it yet.

Avatar

About Paolo Lucci

Branding and licensing specialist, Brand Jam's founder and heartful promoter.