Merchandising a Carnaby Street: il pop up store dei Queen

Freddy Mercury apprezzerebbe sicuramente l’opera ispirata a “Bohemian Rhapsody” composta da quattro player come cinema, distribuzione fisica, merchandising e industria turistica.

Bravado, la branca di Universal Music che gestisce il merchandising dei Queen, insieme a Fox e allo sviluppatore retail londinese Shaftesbury, hanno orchestrato un pop up store per il lancio dell’attesissimo film “Bohemian Rhapsody”. Lo store, inaugurato il 17 ottobre, in Carnaby Street, accoglierà i clienti sino al 4 di gennaio, insieme all’installazione luminosa che la via commerciale più famosa di Londra ha dedicato all’operazione.

Vera e propria attivazione di retail editoriale, Bohemian Rhapsody sta a metà tra lo shop museale e il tempio da fanatici. Ospita merchandising vario e linee di abbigliamento in tiratura limitata, come ad esempio quella di Wrangler, ma anche chicche come l’edizione speciale Monopoly Queen, e una limited edition di Bamford Watch Dept.

La statua di cera di Freddy Mercury, prestata dal Museo Madame Tussaud, offre ghiotte occasioni per selfie e foto di gruppo, mentre la parte esperienziale dello store è arricchita da un corner di Manuela Gray, la tattoo artist che ha tatuato il batterista Roger Taylor, oltre che dallo spazio grooming di Hawkins & Brimble.

La parte del leone la farà però il merchandising classico: t-shirts, felpe, cappellini, mugs e shopper, che Bravado ha sviluppato con grafiche originali; inoltre i fan potranno acquistare le t-shirt ispirate ai tour, dal 1975 con il classico stemma, al quelle con il faraone del tour europeo 1984, passando per il robot di “News of the World”.

About Paolo Lucci

Branding and licensing specialist, Brand Jam's founder and heartful promoter.